Pages Menu
Categories Menu

Most recent articles

Come se il mare separandosi

Posted by on Ago 18, 2021 in Il mondo che vorrei | 0 comments

Come se il mare separandosi svelasse un altro mare, questo un altro, ed i tre solo il presagio fossero d’un infinito di mari non visitati da rive – il mare stesso al mare fosse riva- questo è l’eternità. (Emily Dickinson) Luce foto creata da frimufilms – it.freepik.com...

Del valore della pazienza (ben dosata)

Posted by on Ago 13, 2021 in Il mondo che vorrei, Racconti e Poesie | 0 comments

Non aspettare che il ferro sia caldo per batterlo, ma rendilo caldo battendolo! (William Butler Yeats) Ma è vero? Sun Tzu nel libro “L’arte della guerra” – che adoro, se vi interessa lo trovate qui – parla dell’importanza della pazienza e del non fare mosse affrettate, dicendo Se il Generale non è in grado di controllare la propria impazienza […] un terzo dei suoi uomini saranno trucidati. e ancora Chi aspetta con pazienza chi non lo è, sarà vittorioso. Leggendo quindi la prima frase di questo articolo potrebbe esserci un po’ di confusione: bisogna essere pazienti, oppure agire? Lo stesso Sun Tzu, però, ci ricorda che Chi prende posizione...

Il Ponte dell’Arcobaleno

Posted by on Mag 31, 2016 in Il mondo che vorrei, Immagini, Racconti e Poesie | 0 comments

(traduzione di Alessandra Ori) C’e’ un posto in Paradiso, chiamato “Ponte dell’Arcobaleno”. Quando muore una bestiola che è stata particolarmente cara a qualcuno, questa bestiola va al ponte dell’arcobaleno. Ci sono prati e colline per tutti i nostri amici tanto speciali così che possano correre e giocare insieme. C’è tanto cibo, acqua e sole, ed essi sono al caldo e stanno bene. Quelli che erano vecchi e malati sono ora forti e vigorosi. Quelli che erano feriti o storpi sono di nuovo integri e forti, come noi li ricordiamo nel sogno dei giorni e dei tempi passati. Sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: ognuno di...

Ho salvato una vita!

Posted by on Dic 30, 2015 in Il mondo che vorrei, Racconti e Poesie | 0 comments

  Gli occhi di lei incontrarono i miei mentre passeggiava nel corridoio guardando nelle gabbie. Capii subito di cosa aveva bisogno, dovevo aiutarla. Scodinzolai con delicatezza, per non spaventarla. Appena si fermò alla mia gabbia mi misi davanti a lei per non farle vedere il piccolo incidente in fondo alla gabbia. Non volevo farle capire che non ero stato portato fuori quel giorno; a volte i volontari del canile sono troppo impegnati per portarci a passeggio e non volevo che pensasse male di loro. Mentre leggeva la mia scheda sperai che non si rattristasse per il mio passato. Volevo solo guardare al futuro e essere utile nella vita di...

Ruota dell'Annunziata - Napoli Livenet News Network
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com